Elettrostimolazione del piede piatto, valgo, cadente e come antidolorifico

elettrostimolazione del piedeL’elettrostimolazione è un trattamento che viene eseguito anche per i disturbi legati ai piedi. Fin quando viene usata come antidolorifico non c’è alcun tipo di problema, cosa decisamente diversa se si utilizza per altri motivi. Infatti, diciamo subito che non è ancora una soluzione globalmente riconosciuta per i trattamenti relativi al piede valgo, piatto e cadente. D’altronde si sa, quando si tratta di argomenti “medicali” si accendono dei dibattiti su chi è d’accordo e su chi non  è d’accordo sull’uso di nuove metodologie per la cura di determinati disturbi. 
Noi non entreremo in merito su questo dibattito, ma ci limiteremo solo a fornire le informazioni relative all’elettrostimolazione del piede sia per un semplice dolorino e sia per problematiche più rilevanti. 
Se invece vuoi approfondire ulteriormente la conoscenza della patologie riguardanti i piedi (e non solo) puoi visitare il blog del Dott. Carlo Cottone (hardoctor.wordpress.com).

Elettrostimolazione Tens per dolori ai piedi

Per i dolori ai piedi si può utilizzare senza alcun problema l’elettrostimolatore Tens. Questo dispositivo agisce in maniera diversa rispetto ai soliti stimolatori muscolari, visto che ha il compito di far scomparire il dolore e non ha certo il compito di “allenare” alcun muscolo.
Se interessato ad elettrostimolatori del genere possiamo darti 2 consigli d’acquisto:

Miglior elettrostimolatore dolore ai piedi

  • Sem 43 Sanitas: stimolatore Tens tra i più apprezzati e dotato anche di programmi per sportivi e amanti del fitness.
  • Mio Care Tens I Tech: dotato solo di programmi antidolore, massaggianti e con microcorrenti.
Sanitas SEM 43 Elettrostimolatore TENS/EMS 3 in 1
  • Efficacia 3 in 1: terapia del dolore (TENS), stimolazione muscolare e massaggio (EMS)
  • 2 canali regolabili separatamente con 4 elettrodi autoadesivi
  • 44 programmi per TENS, EMS e massaggio; 6 programmi personalizzabili TENS/EMS
Offerta
I TECH, Medical Division, Mio-Care Tens, 2 Canali, 20 Programmi, 300 Applicazioni
  • Mio-Care Tens è un dispositivo di elettroterapia TENS per il trattamento del dolore; Mio-Care Tens è un dispositivo medico classe IIa certificato CE0068
  • Elettroterapia a 2 canali indipendenti con possibilità di collegare fino a 8 elettrodi; generatore di onda quadra bifasica e compensata: La quantità di corrente che corre dal polo positivo al negativo è uguale e costante, si evita così il pericoloso effetto termico di polarizzazione possibile invece con uno stimolatore ad onda non compensata
  • Tastiera digitale con comandi semplici ed intuitivi; istruzioni sul programma in corso e tempo rimanente fornite direttamente sul display; funzionamento con batteria interna ricaricabile (estraibile); display retroilluminato; intensità 100 mA per canale, Max 200 mA

Elettrostimolatore per massaggi ai piedi

Vuoi un bel massaggio ai piedi?
Non c’è bisogno di chiamare nessun professionista del settore, potresti benissimo utilizzare l’elettrostimolatore, purché il medesimo sia dotato dei trattamenti massaggianti.
In commercio vi sono sia degli specifici massaggiatori Ems per piedi che degli elettrostimolatori Ems adatti per i trattamenti massaggianti (oltre che per altri trattamenti).

Ti invitiamo, qualora fossi interessato, a scegliere il tuo elettrostimolatore massaggiante approfittando di queste tre offerte.

Miglior elettrostimolatore massaggio piedi

Elettrostimolazione del piede piatto

Intanto bisogna descrivere questo disturbo.
Come tutti sappiamo il piede fornisce un’ottima base di appoggio che ci permette di scaricare il nostro peso al suolo in modo da mantenere l’equilibrio, camminare, saltare ecc. Ogni piede è formato dall’arco plantare (che altro non è che la zona rialzata presente nel bordo interno) che si stacca dal suolo. In chi soffre di piede piatto questo arco plantare è ancora più basso o addirittura completamente assente, ciò per via di un rilassamento innaturale del medesimo, la cui struttura tendinea non è supportata da fasci muscolari tonificati. Ne conseguono perciò dolori ai piedi, alle caviglie, alle ginocchia, alla zona lombare e anche problemi muscolo scheletrici nella zona dei piedi.

Come trattare questo disturbo?
Il problema si pone solo qualora il piede piatto porti al dolore, se no non è richiesto alcun tipo di trattamento. Se invece fa male si può ricorrere a degli interventi conservativi, chirurgici e all’elettrostimolazione.
Come agisce l’elettrostimolazione sul piede piatto?
Il trattamento consiste nello stimolare il punto sottoastragalico di Spitzy ( prende il nome proprio da chi lo ha individuato). Questa elettrostimolazione porta il punto di Spitzy a trasmettere al talamo la corretta posizione dell’astragalo e del calcagno. Lo scopo finale, oltre naturalmente a portare alla corretta postura, è soprattutto quello di creare una situazione irreversibile portando alla completa tonificazione dei muscoli rilassati.
L’elettrostimolazione per il piede piatto utilizza degli impulsi a gradini, i cui valori di picco sono estremamente bassi (poche decine di milliampere), la frequenza è di circa 1 Hz mentre la durata è quantificabile in un centinaio di millisecondi.

Elettrostimolazione del piede valgo

Per piede valgo o anche detto pronato si intende quella patologia in cui il tallone è eccessivamente piegato verso l’interno mentre la parte anteriore del piede, insieme al calcagno, sono spinti verso l’esterno. Questa patologia può anche essere semplicemente una “conseguenza” per chi già soffre di piede piatto e dal punto di vista dell’elettrositmolazione il trattamento da effettuare è lo stesso che abbiamo citato sopra.
Intervenire per risolvere questa patologia è importante perché a lungo andare lo spostamento del carico inferiore dell’arto verso il centro può portare ad un ulteriore problema, ovvero al varismo del ginocchio (ginocchio che tende verso l’interno).

Elettrostimolatore del piede cadente

Per piede cadente si intende quel disturbo che ci impedisce di sollevare il piede e ciò ci impedisce una corretta deambulazione.
Anche in questo caso tra le varie soluzioni da attuare vi è quella della stimolazione elettrica. A differenza del piede piatto, in questo caso è possibile usufruire di un elettrostimolatore tascabile che agisce sulla superficie della cute per stimolare (grazie agli impulsi elettrici) i muscoli paralizzati.

ELETTROSTIMOLATORI PROFESSIONALIScopri di più