Elettrostimolazione del nervo ulnare: a scopo riabilitativo

Elettrostimolazione nervo ulnarePrima di leggere quali sono i benefici che l’elettrostimolazione del nervo ulnare comporta, è bene precisare di cosa stiamo parlando e quali sono i tipici disturbi collegati agli infortuni del nervo ulnare.
Quindi iniziamo intanto da una primissima domanda: cos’è il nervo ulnare?
Il nervo ulnare è il nervo periferico dell’arto superiore che si origina dal plesso brachiale (complesso reticolare di nervi) fino a giungere alle mani. Un nervo essenzialmente al riparo da dolori, se non quando il gomito è flesso. In questa posizione il nervo scavalca il gomito e passa dietro all’articolazione. Per questo quando in questa posizione sbattiamo il gomito sentiamo un certo dolorino. Fin quando ci si ferma al dolorino non c’è nulla di cui preoccuparsi, dopo un po’ passa. Il problema nasce nel caso di infortuni del nervo ulnare a livello del gomito o a livello del polso.

Nel primo caso uno degli infortuni più ricorrenti è quello della compressione che può comportare il manifestarsi di una parestesia al 4° e 5° dito (anulare e mignolo), alla perdita di sensibilità, alla debolezza durante l’adduzione del pollice, alla deformità della mano (detta “mano ad artiglio”) o ad una ridotta efficienza della mano (atrofia).
Quando invece l’infortunio avviene a livello del polso (a causa di ferite penetranti o di cisti del canale di Guyon) possiamo andare incontro a debolezza in caso di adduzione del pollice, mano ad artiglio, incapacità di flettere mignolo e/o anulare e alla perdita della percezione sensitiva cutanea.

Per fronteggiare la compressione del nervo ulnare sono possibili due metodi: un trattamento conservativo e un trattamento chirurgico.
Nel primo caso si utilizza un tutore di riposo. Se però tale trattamento fallisce non si può che provvedere al metodo chirurgico. Dopo tale applicazione sarà necessario procedere alla riabilitazione del nervo ulnare che può essere eseguita sia con degli esercizi specifici e sia, soprattutto, con l’elettrostimolazione.

Elettrostimolazione del nervo ulnare: i benefici

Prima di vedere quali sono i benefici dell’elettrostimolazione del nervo ulnare spieghiamo un po’ cos’è proprio l’elettrostimolazione, ovvero una pratica che nasce per scopri fisioterapici e riabilitativi. Assolutamente sicura e permette in generale la stimolazione dei muscoli per trovarne giovamento pure a livello sportivo (migliorare la resistenza o magari la forza) o estetico (con appositi programmi per la riduzione della cellulite, il rassodamento, eccetera). Riesce a far ciò grazie agli stimoli elettrici che riesce ad inviare tramite gli elettrodi che vanno correttamente posizionati sulla zona interessata.
Come può essere utile l’elettrostimolazione per trattare il nervo ulnare?
Grazie agli stimoli elettrici l’elettrostimolatore è in grado di tenere attivo il tono muscolare fino a quando il nervo ulnare non si rigenera. Ma non è utile solo per questo perché è utilizzabile pure per prevenire l’atrofia o per ritardarne la comparsa e per combattere il dolore.

Elettrostimolatori riabilitativi idonei allo scopo: i consigli d’acquisto

Come abbiamo dunque letto nell’articolo, sono necessari degli elettrostimolatori con programmi di riabilitazione. Per tale motivo in basso abbiamo elencato tre stimolatori che fanno al caso tuo.

  • Globus Elite SII: l’elettrostimolatore economico.
  • Compex Fit 5.0: l’elettrostimolatore adatto per gli amanti del fitness.
  • Compex Sp 6.0: l’elettrostimolatore più costoso (tra i tre) con trattamenti specifici per la preparazione fisica.

Miglior elettrostimolatore per nervo unlare

Offerta
Globus | Elite SII, Elettrostimolatore a 2 Canali, 100 Programmi Per Qualsiasi Esigenza Di Trattamento, Fitness, Forma Fisica, Bellezza, Salute e Benessere
  • ELETTROTERAPIA: L'elettrostimolazione è una tecnica che, mediante l'utilizzo di impulsi elettrici che agiscono sui punti motori dei muscoli (motoneuroni), provoca una contrazione muscolare del tutto simile a quella volontaria.
  • ELETTRODI: Il corretto posizionamento degli elettrodi e la scelta adeguata della loro misura sono aspetti di fondamentale importanza per l’efficacia dell’elettrostimolazione. Per tutti i programmi che determinano una contrazione muscolare importante è fondamentale posizionare l’elettrodo sopra il punto motore del muscolo, che è il punto più sensibile alla stimolazione.
  • PREVENZIONE: set di programmi pensati per rinforzare le principali articolazioni e aiutarvi a prevenire infortuni e traumi.
Offerta
Compex Fit 5.0 Elettrostimolatore, Blu
  • Novita' per amanti del Fitness che praticano assiduamente la loro attività
  • MI-Scan tecnologia intelligente che analizza il muscolo e adatta automaticamente i parametri di stimolazione alla tua fisiologia
  • MI-Range che indica il livello ideale di stimolazione da usare nei programmi di Recupero o Massaggio
Offerta
Compex SP 6.0 Elettrostimolatore, Nero con Banda Rossa
  • Novita’ per sportivi assidui che praticano attività più di 3 volte alla settimana
  • MI-Scan analizza il muscolo e adatta automaticamente i parametri di stimolazione alla tua fisiologia
  • MI-Range indica il livello ideale di stimolazione da usare nei programmi di Recupero o Massaggio

ELETTROSTIMOLATORI PROFESSIONALIScopri di più