Elettrostimolatore portatile: così piccolo e “sottile” che lo porti dove vuoi

elettrostimolatore portatileUn elettrostimolatore portatile vanta un design meno ingombrante che ne permette un facile trasporto. C’è da dire pure che alcuni modelli possono essere facilmente indossati sotto gli indumenti e non sarebbero notati lo stesso. Potresti davvero uscire di casa con il dispositivo che stimola il muscolo dove viene applicato.
Ma perché scegliere un elettrostimolatore portatile?
Perché ti permette di portarlo con te in vacanza, così non dovrai rinunciare al tuo allenamento. Naturalmente lungi da noi affermare che l’allenamento con l’elettrostimolatore sia lo stesso di un allenamento naturale. Diremmo il falso visto che solo con un allenamento fisico naturale si ha una contrazione volontaria e quindi una contrazione più efficace per la crescita muscolare. Tuttavia l’elettrostimolatore è perfetto per mantenere tonico il nostro corpo in attesa di riprendere gli allenamenti.

 

E vogliamo subito proporti queste tre offerte molto allettanti, così da risparmiare sul prezzo di acquisto di questi ottimi elettrostimolatori portatili.

 

Ultimo aggiornamento: 24 giugno 2018 0:25

 

Elettrostimolatori portatili: la scelta

Come abbiamo detto prima, ci sono degli elettrostimolatori portatili che possono proprio essere “trasportati addosso”. Questo è il caso dell’elettrostimolatore con fogli adesivi che non ha bisogno di cavi per collegare gli elettrodi, perché gli elettrodi fanno già parte del dispositivo. Quindi può essere indossato tranquillamente sotto una maglietta, ad esempio. E tra i modelli che più ci hanno convinto segnaliamo quello di marca Bestoss, che puoi scoprire qui.
Tuttavia i modelli ancora oggi più diffusi sono quelli dove gli elettrodi non sono parte integrante del dispositivo. Tali prodotti si differenziano perché il collegamento agli elettrodi può avvenire o con i fili o senza fili. Gli elettrostimolatori wireless hanno il grande vantaggio di lasciare ampia libertà di movimento all’utilizzatore (come dimostra Compex Sp 6.0). E però innegabile come gli stimolatori senza fili costino di più.
Primaria importanza riveste la scelta dei programmi. Se sei uno sportivo non potrai fare a meno di trattamenti relativi alla preparazione fisica e al recupero muscolare. Programmi di cui potrai usufruire con il Compex Sport 8.0.
Se invece vuoi utilizzare l’elettrostimolatore portatile solo per alleviare certi dolorini (come cervicale o mal di schiena) non potrai fare a meno dei trattamenti tens e a tal proposito possiamo consigliare il modello Compex Fit 5.0.
Se invece vuoi solo modellare il tuo corpo e combattere la cellulite non possono mancare i programmi di estetica. Tra i modelli consigliati e molto apprezzati anche da chi ha già provveduto all’acquisto, suggeriamo Tesmed max 830.
Gli elettrostimolatori tuttavia sono utili anche per combattere le rughe sul volto, per ridare maggiore lucentezza al tuo viso. E se vuoi un consiglio d’acquisto, noi suggeriamo il Rio Lift Plus 60 Second Face Lift.
Da non sottovalutare nemmeno il numero dei canali. Un elettrostimolatore con 4 canali permetterà di allenare più muscoli contemporaneamente e anche muscoli diversi (come nel caso del Globus Premium 200 che è dotato della specifica funzione 2+2).
Sei al tuo primo elettrostimolatore? hai paura di posizionare in modo errato gli elettrodi?
Allora scegli il dispositivo dotato di funzione “My Trainer” così potrai vedere direttamente sullo schermo come e dove dovrai posizionarli (funzione presente ad esempio nel modello Globus Premium 400).