Tens per endometriosi: utile per contrastare il dolore

Tens per endometriosiPrima di scoprire qual è il beneficio che apporta l’elettrostimolazione nella cura dell’ endometriosi, è bene spiegare cos’è questa patologia, quali sono le cause che portano alla sua comparsa e quali sono i disturbi legati ad essa.
Quindi, iniziamo subito dal “Cos’è”. L’endometriosi comporta la presenza dell’endometrio (definibile come la tonaca mucosa dell’utero) e dello stroma dell’endometrio al di fuori della cavità uterina. Generalmente lo si trova nelle zone pelviche. Ma è proprio in base alla sua posizione che distinguiamo due differenti tipi di endometriosi:
Endometriosi Esterna: in questo caso l’endometrio si trova all’interno delle pelvi (quindi ad esempio nelle ovaie, nelle tube di Falloppio, nella vescica, ecc.) o anche al di fuori delle pelvi.
Endometriosi Interna: stavolta l’endometrio si trova nello spessore del miometrio (ovvero la tonaca muscolare dell’utero).

 

I sintomi dell’endometriosi

Tra i sintomi principali vi è il dolore pelvico che a sua volta può essere differenziato in acuto, quando è, sì, forte ma non dura molto (massimo 3 mesi) oppure cronico (quando dura più di sei mesi).
Il secondo sintomo più ricorrente riguarda la dismenorrea, ovvero un forte dolore mestruale. Attenzione: non bisogna pensare che il forte dolore mestruale sia una cosa normale, perché così non è. Non fa parte della condizione imprescindibile che accomuna il ciclo mestruale, ma potrebbe trattarsi di uno dei sintomi dell’endometriosi, per tal motivo è sempre bene fare un maggiore approfondimento prima di balzare subito alla diagnosi che sia tutto normale.
Altro sintomo: dispareunia. In questo caso si avverte dolore quando si hanno rapporti sessuali. Se prima con il tuo lui andava tutto bene e ad un tratto inizi ad avvertire dolore, piuttosto che continuare e sopportare è sempre meglio approfondire il tutto con un’apposita diagnosi da parte di un esperto.
Quarto ed ultimo possibile sintomo: il disagio rettale.
Cosa si intende per disagio rettale?
Ad esempio il falso bisogno di dover andare in bagno, la difficoltà nello stare seduti, avere delle fitte nel retto o avvertire un senso di peso posteriore.

 

La cura dell’endometriosi: contrasta il dolore con la Tens

Per contrastare il dolore pelvico (uno dei sintomi principali di questa patologia) si può utilizzare l’elettrostimolatore Tens che si avvale di impulsi elettrici innocui ma in grado di stimolare le fibre nervose in modo da fronteggiare il dolore. Un alro vantaggio è dato dalla possibilità di poter utilizzare lo strumento anche a casa visto che vi sono degli appositi dispositivi ideati per fini domestici.
Ricorda: non acquistare o utilizzare l’elettrostimolatore Tens fin quando non avrai il consenso del tuo medico.

 

I fattori di rischio che possono potare all’endometriosi

Assenza di gravidanze: chi non è mai rimasta incinta è più a rischio di contrarre questa patologia rispetto a chi invece è rimasta, almeno una volta, incinta.
Prima mestruazione in età precoce o, nel caso che per certi versi possiamo definire “inverso”, menopausa in età avanzata.
Consumo eccessivo di alcool.
Ciclo inferiore alla norma (quindi meno di 27 giorni).
Questioni genetiche ereditarie: quindi se già in famiglia c’è chi ha contratto l’endometriosi.
Anomalie uterine.
Flusso mestruale che non fuoriesce dal corpo (condizione che si verifica a seguito di un intervento medicale).
Alti livelli di estrogeni.