Elettrostimolazione per prevenire gli infortuni: meglio che curare

Elettrostimolazione per prevenire gli infortuniL’elettrostimolazione è un trattamento molto conosciuto per sviluppare le capacità atletiche di un atleta, per ridurre i dolori, per riabilitare un muscolo all’attività fisica ma è anche uno strumento volto a prevenire gli infortuni.
Ma quali sono i programmi inerenti alla prevenzione?
E come può riuscire l’elettrostimolatore a prevenire che ci facciano del male? E soprattutto quali infortuni muscolari previene?
Ad una ad una daremo risposta a tutte queste domande.

 

 

Elettrostimolazione: come agisce per prevenire gli infortuni

Tramite gli impulsi elettrici un elettrostimolatore riesce a far contrarre il muscolo su cui sono posizionati gli elettrodi. E quando parliamo di prevenzione infortuni, il programma che selezionerai ha il compito di preparare articolazioni e tono muscolare (migliorando la microcircolazione) affinché si possa ridurre il rischio di lesioni muscolari (totali e parziali) e non solo (come vedremo nel prossimo paragrafo quando parleremo dei trattamenti di prevenzione).
I programmi di prevenzione vengono anche utilizzati quando un soggetto è in fase di ripresa da un infortunio per evitare l’insorgere di un nuovo cronico infortunio.

 

Programmi di prevenzione

Adesso vediamo nel dettaglio quali sono i programmi di prevenzione che possono essere utilizzati con un elettrostimolatore. Naturalmente ogni modello vanta delle proprie caratteristiche quindi bisogna accertarsi prima dell’acquisto della presenza del programma di prevenzione desiderato.

  • Prevenzione crampi: grazie alle frequenze che hanno il compito di rilassare e vascolarizzare il muscolo si riduce il rischio di crampi agli arti inferiori. Un trattamento che può essere utilizzato tutti i giorni.
  • Prevenzione sublussazione spalla: trattamento ideale per tutti quei soggetti che soffrono di ipotonicità alla regione posteriore della spalla. Il programma può essere eseguito due volte al giorno fino a 4 settimane. Si consiglia di iniziare sempre con una seduta dalla durata non eccessiva per poi proseguire fino ad una durata massima di 45 minuti.
  • Prevenzione atrofia: permette di mantenere il trofismo muscolare. Trattamento ideale per chi è stato soggetto ad immobilizzazione per lungo tempo, a chi ha sofferto di un grosso traumatismo e a chi viene da un intervento chirurgico. I trattamenti possono essere anche giornalieri purché a bassa intensità ed è anche importante che dopo ogni seduta sia dato il tempo al muscolo di recuperare dallo sforzo con un giorno di riposo.
  • Altri programmi si riferiscono alla prevenzione da lesioni muscolari, da distorsioni e da infiammazioni.

 

Elettrostimolatori per prevenire infortuni: i settori sportivi

Chi fa sport e si sottopone ad allenamenti/gare ricorrenti è maggiormente soggetto ad infortuni. Se un amatore può anche permettersi di stare fermo qualche giorno in più, lo stesso non può fare il professionista visti i diversi impegni a cui deve sottoporsi. Ed è per questo che ci sono degli elettrostimolatori pensati adeguatamente per i professionisti di determinati sport (nulla vieta anche agli amatori di acquistarli). Tra i modelli in basso sarà facile individuare quale elettrostimolatore si addice ad un determinato atleta perché il nome del prodotto ricorda già la disciplina sportiva.